Donna Elvira Cioccolato di Modica

Entrare nel laboratorio di Donna Elvira è farsi avvolgere dal profumo delle cose buone. Un profumo che viene da lontano. Come in un viaggio lungo secoli, in cui i ricordi e l’immaginazione, il dolce e l’amaro si fondono. Un viaggio al centro della terra siciliana, dove la fragranza dei prodotti da forno, l’aroma terroso del cacao, l’afrore delle spezie e degli agrumi si mischiano e trovano compimento nell’interpretazione delle creazioni dolciarie della tradizione.

Un viaggio sensoriale ispirato dalla personale ricerca gastronomica di Elvira, che da circa 20 anni osa miscelare il passato e il presente, recuperando ingredienti e ricette della memoria e seguendo una ritualità semplice, lenta, originale.

Proprio come succede per la trasformazione delle fave di cacao nelle prelibate barrette di cioccolato di Modica, secondo l’innovativo metodo BEAN TO BAR dal quale si ottiene un vero cioccolato artigianale. Produrre cioccolato from bean to bar significa infatti non fare ricorso a semilavorati di origine industriale, ma curare in modo diretto ogni passaggio del processo produttivo. Ed è quello che, prima tra i produttori modicani, ha scelto di fare Donna Elvira, che da tempo cullava in cuore l’idea di rendere ancor più artigianale la cioccolata prodotta nella sua dolceria: ri-partire dalla materia prima, la fava, senza “limitarsi” a sciogliere e lavorare la massa di cacao prodotta da altri.

Una buona scelta, quella di Elvira. Doppiamente buona. Perché bean to bar significa creare una tavoletta dal gusto originale e di qualità più elevata. E perché l’unicità del cioccolato di Modica trova, in questo procedimento, la sua massima espressione. La selezione certosina della materia prima, la tostatura dei semi, la loro lenta macinazione, la trasformazione in liquor, la lavorazione della massa fino alla creazione della famosa tavoletta diventano così tappe di un viaggio a ritroso, nel tempo e nel gusto. Un viaggio completo e circolare in cui le fave autoctone dell’America Latina (varietà monorigine e rare, come Wild Beniano della Bolivia e O’Payo del Nicaragua, tra i cru più pregiati lavorati da Donna Elvira) riescono a sprigionare il loro aroma e le loro proprietà, proprio grazie alla lavorazione a freddo, secondo l’antica ricetta azteca.